Notifica atti di riscossione: ora solo tramite PEC

Notifica atti di riscossione: ora solo tramite PEC

Dal 1° giugno 2016 la notifica degli atti di riscossione destinati ad imprese individuali, società e professionisti iscritti in albi o elenchi avverrà unicamente mediante posta elettronica certificata (PEC). Tutti i dettagli sulla nuova procedura.

Notifica atti di riscossione: comunicazione sempre sotto controllo

La notifica della cartella di pagamento (denominata “atto”) sarà eseguita all’indirizzo risultante dall’indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica (INI_PEC), tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Qualora l’invio della cartella all’indirizzo PEC del destinatario non sia andato a buon fine, oppure se la casella risulti satura anche dopo un secondo tentativo di notifica, l’Agente di Riscossione provvede alla notifica dell’atto mediante deposito telematico presso la Camera di Commercio competente per territorio e dà comunicazione al destinatario per mezzo raccomandata con avviso di ricevimento: a seguito di queste due azioni la notifica della cartella si intenderà perfezionata.

Un nuovo portale per consultare i propri atti

Il sistema camerale mette a disposizione dei contribuenti il portale “Elenco Atti depositati dagli agenti della riscossione” per accedere alla consultazione degli atti di cui sono destinatari, in qualifica di Professionista o Rappresentante Legale di Impresa, autenticandosi mediante Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Questo servizio è pensato soprattutto per i contribuenti ai quali non è stato possibile inviare l’atto tramite PEC, e che potranno così facilmente consultarlo dal proprio computer.

Fino al 20 giugno il portale sarà informativo, perché è a partire da questa data che gli Agenti di Riscossione depositeranno gli atti.

Dopo tale data il contribuente potrà scaricare il documento esattoriale, depositato dall’Agente di Riscossione, in formato criptato e recuperare il PIN mediante il quale decifrare il contenuto della cartella esattoriale, al fine di renderla leggibile.

Ogni atto è infatti depositato in formato digitale protetto, per evitare che sia accessibile a terzi.

Per qualsiasi informazione, vi invitiamo a rivolgervi ai nostri uffici, tramite questi contatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cartellonistica COVID19

Speciale Coronavirus

Iscriviti a Confesercenti

Info Seac