Novità per gli Agenti di Commercio

Novità per gli Agenti di Commercio

Il 9 ottobre, alla notizia della sostituzione – avvenuta nello scorso mese di luglio – del precedente Accordo Economico Collettivo del 2002, si è aggiunta un’altra importante novità per gli Agenti di Commercio: l’approvazione del nuovo Statuto di Enasarco.

Il nuovo Accordo Economico Collettivo…

A luglio FIARC Confesercenti, le altre organizzazioni sindacali degli Agenti di Commercio e CONFAPI (Confederazione Italiana della Piccola e Media industria Privata), avevano firmato un nuovo Accordo Economico Collettivo, che regola la disciplina dei rapporti di Agenzia e di Rappresentanza Commerciale all’interno del settore della Piccola e Media Industria.

Copia dell’Accordo può essere richiesta a Confesercenti.

… e il nuovo Statuto di Enasarco

Ma ora gli Agenti di Commercio sono interessati da una nuova ventata di cambiamenti, perché anche Enasarco, la Cassa di previdenza e assistenza degli Agenti e Rappresentanti di Commercio, ha approvato il suo nuovo Statuto.

Le sue principali novità riguardano:

  • l’elezione diretta degli organi collegiali: i componenti del Consiglio di Amministrazione non saranno più designati dalle parti sociali, ma saranno eletti direttamente dagli iscritti in attività, tramite l’assemblea dei delegati;
  • i requisiti di professionalità e competenza: i membri di Assemblea, CdA, Collegio sindacale e tutti coloro che ricoprono incarichi dirigenziali dovranno garantire competenza, onorabilità e professionalità. Questi tre requisiti saranno definiti in modo preciso, così come le competenze e responsabilità dei vari organi e uffici;
  • la gestione degli investimenti e del patrimonio: lo Statuto ribadisce che la Fondazione deve gestire il patrimonio nella massima trasparenza. Per questo motivo la Fondazione si è auto-vincolata al rispetto di regole chiare, più precisamente quelle del Regolamento per l’impiego e la gestione delle risorse finanziarie, i cui criteri seguono raccomandazioni del Ministero e la disciplina afferente i fondi pensione. Si potrebbe riassumerli nel “principio della persona prudente”: la gestione del patrimonio deve essere efficiente, ossia contenere i costi e trarre il massimo dai rendimenti, ma anche identificare e tenere sotto controllo i rischi.

Si realizzano così anche le speranze e gli sforzi di FIARC Confesercenti, che per anni ha portato avanti la proposta di rendere gli Agenti i veri protagonisti delle scelte sui propri rappresentanti, per garantire che rispondano a dati requisiti morali e professionali.

Questo nuovo Statuto, quindi, permette di amministrare al meglio l’assistenza e previdenza per gli Agenti di Commercio, perché il significativo patrimonio mobiliare e immobiliare della Fondazione è gestito con più trasparenza.

Il testo completo dello Statuto potete trovarlo qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti a Confesercenti

Info Seac