Facciamo un piccolo ripasso sulle norme antincendio per aziende, perché la base della sicurezza di qualsiasi attività è la prevenzione.

I compiti dei soggetti coinvolti nella prevenzione antincendio

Il Testo Unico per la sicurezza sul lavoro (d. lgs. 81/08) indica che le persone incaricate della prevenzione degli incendi sono:

  • il datore di lavoro, che deve fare una valutazione dei rischi e nominare gli addetti al servizio antincendio;
  • gli addetti al servizio antincendio, che hanno seguito un apposito corso di formazione e che si occupano della sorveglianza e dei primi interventi di emergenza. Anche il datore di lavoro stesso può svolgere questo ruolo;
  • i lavoratori, ognuno dei quali deve essere responsabile della propria sicurezza e rispettare le linee guida sulla prevenzione indicategli.

Chiarito chi si deve occupare di cosa, vediamo in concreto come si può prevenire il rischio di un incendio nella propria attività.

Norme antincendio per aziende: quali sono?

Il datore di lavoro e l’addetto alla prevenzione – di qualsiasi azienda – devono:

  • informare tutto il suo personale sui rischi;
  • redigere un piano di emergenza;
  • controllare le vie di fuga;
  • assicurarsi il corretto funzionamento delle luci di emergenza, degli estintori e di tutti i mezzi di prevenzione necessari;
  • eseguire una regolare e corretta manutenzione degli strumenti di prevenzione.

Piano di emergenza, vie di fuga e mezzi di prevenzione devono essere indicati nel Documento di valutazione dei rischi.

Ma, in pratica, cosa devono fare gli addetti per controllare che sia tutto a posto?

Cosa controllare per prevenire un incendio

I corsi di formazione spiegano anche questo, ma vi daremo una breve sintesi di cosa monitorare:

  • le porte tagliafuoco devono essere chiuse, se previsto;
  • le vie d’uscita non devono essere ostruite, quindi è opportuno assicurarsi periodicamente che non ci siano ostacoli che metterebbero in pericolo un’eventuale fuga;
  • i mezzi di estinzione devono essere collocati al loro posto, segnalati, accessibili e, soprattutto, non manomessi. Devono essere ricaricati secondo le scadenze indicate, avere un cartellino compilato e non presentare perdite, segni di corrosione o altri danni.

E la vostra azienda? Avete preso tutte le precauzioni per permettere ai vostri dipendenti di lavorare in sicurezza? Per qualsiasi dubbio non esitate a contattarci: il nostro ufficio Sicurezza e Ambiente si occupa anche di prevenzione incendi e può rispondere a tutte le vostre domande.

Se invece dovete seguire un corso di formazione o aggiornamento, consultate il calendario dei prossimi corsi per addetti alla prevenzione incendi organizzati da Confesercenti.