Il successo del Fondo Centrale di Garanzia per le PMI

Il successo del Fondo Centrale di Garanzia per le PMI

Il 17 Febbraio scorso il Fondo di Garanzia per le PMI ha raggiunto le 500mila garanzie e festeggiato con un evento a Roma. Vi spieghiamo perché si tratta di un traguardo importante e quali sono le nuove idee del Ministero dello Sviluppo Economico per aiutare le imprese a ottenere finanziamenti dalle banche.

Un incontro per discutere le garanzie per l’accesso al credito

Via abbiamo già spiegato, qualche tempo fa, che cos’è e come funziona il Fondo Centrale di Garanzia, che esiste ormai da 16 anni. Quest’anno è arrivato ad erogare 500.000 garanzie, per questo il Ministero dello Sviluppo Economico, MedioCredito Centrale e Banca del Mezzogiorno hanno organizzato l’incontro 500mila Garanzie. Il Fondo Centrale di Garanzia per le PMI: un’eccellenza italiana.

Gli interventi sono stati molti, tra questi:

  • Federica Guidi, Ministro dello Sviluppo Economico;
  • Vincenzo Boccia, Presidente del Comitato Credito e Finanza di Confindustria;
  • Massimo Vivoli, attuale Presidente di Rete Imprese Italia.

Ma vediamo quali sono state le loro nuove proposte.

Come aumentare il credito bancario alle piccole e medie imprese

La novità principale è stata presentata dal Ministro Guidi, che ha presentato i nuovi e più efficaci criteri di valutazione che seguirà il Fondo: il merito creditizio delle piccole e medie imprese, infatti, non sarà più analizzato in base al credit scoring, che calcola la solvibilità dell’impresa e il conseguente rischio di credito della banca, ma secondo il metodo dei rating interni.

Questo cambiamento, assieme alla maggiore collaborazione tra Ministero, Associazioni di Categoria, Confidi e istituti di credito, come ha sottolineato anche il Presidente Vivoli, aiuteranno la crescita economica e l’aumento dell’occupazione.

Se siete interessati ad approfondire, vi consigliamo l’articolo su Confesercenti Nazionale.

Se, invece, cercate maggiori informazioni sui requisiti di accesso al Fondo di Garanzia, contattateci: siamo a vostra disposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cartellonistica COVID19

Speciale Coronavirus

Iscriviti a Confesercenti

Info Seac