Plateatici, portabici e insegne: cosa c’è da sapere

Plateatici, portabici e insegne: cosa c’è da sapere

Sta per finire il periodo dei saldi ma tra questa consuetudine commerciale e la bella stagione non tutti gli esercenti riescono a gestire al meglio questo traffico!

Ricordiamo ai nostri Associati alcuni punti importanti che riguardano sia i saldi che la gestione del traffico. O, almeno, di una parte del traffico: quello su bicicletta.

Il canone per l’occupazione di aree pubbliche

Il plateatico è, dal 1999, noto come Canone per l’Occupazione di Spazi ed Aree Pubbliche (a sostituzione delle vecchie Tasse per l’Occupazione di Spazi ed Aree Pubbliche, TOSAP), ma risale all’epoca feudale. Grazie a questo tributo, infatti, si otteneva il diritto di esporre le proprie merci su suolo pubblico, o di occupare quest’ultimo per altri motivi. Ma si è conservato ancora oggi, per garantire la tutela non solo dell’ordine pubblico, ma anche dei commercianti, secondo quanto stabilito da ogni Comune.

Per la città di Venezia, ad esempio, un provvedimento approvato lo scorso aprile per il COSAP del Comune di Venezia ha regolato lo spazio concesso ai tavolini di bar e ristoranti e alle attività commerciali mobili, per facilitare il passaggio dei flussi pedonali.

Ma occupare il suolo pubblico significa anche installare portabiciclette e insegne pubblicitarie: e, come dimostra l’esistenza del COSAP, queste installazioni non possono essere fatte liberamente. Il rischio è quello di incorrere in multe e sanzioni: il regolamento del Comune di Venezia, ad esempio, stabilisce che “oltre al canone, è dovuta una indennità pari al canone maggiorato del 50%” e “oltre l’indennità […] è dovuta una sanzione pecuniaria pari al 300% del canone” (art. 36, comma 1 e 2).

Per non dover far fronte a questi costi, potete rivolgervi a Confesercenti, che è in grado non solo di evitare sanzioni, ma soprattutto di informarvi su come richiedere la giusta concessione in base ai bisogni della vostra attività e di velocizzare l’iter burocratico, indirizzandovi ed accompagnandovi sulla strada giusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti a Confesercenti

Info Seac