Giù l’inflazione, su il potere d’acquisto delle famiglie

Giù l’inflazione, su il potere d’acquisto delle famiglie

Dopo 8 anni di caduta libera, il potere d’acquisto delle famiglie italiane torna finalmente a salire. Lo dicono i dati da poco diffusi dall’Istat, che presentano dati incoraggianti anche per quanto riguarda i consumi. Diamo un’occhiata a queste notizie.

I dati sul potere d’acquisto degli Italiani nel 2015

Per la prima volta dal 2007, l’anno scorso la percentuale di potere d’acquisto aveva il segno più: +0,8%, per essere precisi. Il cambiamento è stato prodotto dalla bassa inflazione, allo 0,1%: era dal 1959 che non la si vedeva così bassa.

Se, da un lato, ciò è un bene per i risparmi delle famiglie – con la discesa dei prezzi, ognuna di esse può risparmiare circa 90€ all’anno, rispetto all’anno scorso -, dall’altro è un pericolo per le imprese. Secondo il consigliere esecutivo della BCE, Peter Praet, se questa bassa inflazione diventasse persistente, l’economia ne risentirebbe gravemente. Per questo la Banca Centrale Europea sta continuando a lavorare per migliorare sia i consumi che i prezzi.

Tutto questo è un problema che preoccupa la BCE, gli imprenditori e le associazioni di categoria come Confesercenti perché le imprese continuano ad abbassare i prezzi per non perdere le proprie quote di mercato. E questo è causato dalla difficoltà dei consumi a riprendersi.

La situazione dei consumi in Italia

È vero che l’indagine Istat ha fornito dati positivi anche sui consumi finali, che sono cresciuti sia nel 2014 che nel 2015: rispettivamente dello 0,8% e dell’1%. Ma si tratta di una ripresa troppo bassa per permettere alle imprese di mantenere i prezzi sempre uguali: a febbraio erano scesi dello 0,8%, a marzo ancora di più, -1,1%.

Il miglioramento del potere d’acquisto è però un dato positivo: potrebbe migliorare i consumi e, quindi, permettere alle imprese di risollevare i prezzi. Oltre alla BCE, quindi, anche il governo italiano e le associazioni di categoria si stanno adoperando per ricreare quella fiducia nelle famiglie che è indispensabile a far ripartire i consumi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cartellonistica COVID19

Speciale Coronavirus

Iscriviti a Confesercenti

Info Seac