Con Chorus nuova opportunità di rigenerazione a Mestre

Con Chorus nuova opportunità di rigenerazione a Mestre

Un nuovo spazio apre, anzi un ex “sfitto” riapre grazie a Chorus, che mette insieme professionisti e imprenditori per dare slancio ad un’area particolare della città.

Le iniziative di rigenerazione urbana sono state presentate alla città nel corso di una conferenza stampa dove si svolgeranno i prossimi appuntamenti, ovvero all’interno di uno spazio fisico in via Giosuè Carducci n. 67 a Mestre crocevia delle 4 principali vie della città (Via Piave, Via Carducci, Via Miranese e Via Circonvallazione) che ha il ruolo di sede e punto di incontro delle attività del circondario.

Confesercenti Metropolitana di Venezia e Rovigo è partner dell’iniziativa, che come ha detto il direttore Maurizio Franceschi ha il plauso di aver saputo creare una rete tra alcuni operatori economici della città, riaprendo uno dei tanti negozi di prossimità sfitti del centro grazie alla piena collaborazione del proprietario in un accordo di usufrutto a titolo gratuito, fino al mese di Dicembre 2021. Per Confesercenti però, le singole validissime iniziative, necessitano di una regia istituzionale che è quella del Distretto del Commercio.

Su questo punto, d’accordo anche l’assessore al commercio Sebastiano Costalunga:Questo è un seme piantato per l’intera città che cercheremo di sostenere. La città va vista nel suo complesso, rilancio commerciale, rigenerazione urbana e sicurezza sono aspetti connessi tra loro, dove ciascuno gioca la propria parte, noi, gli imprenditori, i proprietari degli immobili”.

Il Progetto

Chorus è un progetto nato da un gruppo di attività commerciali e professionali del territorio come risposta a una crescente situazione di degrado e impoverimento della città di Mestre con l’obiettivo di promuovere le eccellenze, la cultura, il lavoro e la socialità attraverso l’organizzazione e promozione di eventi, workshop, mostre, dibattiti e altre iniziative di qualità.

“La mission è essere attivamente responsabili della salute del proprio territorio,
condividendo skills e conoscenze della propria attività attraverso la business
collaboration trasversale a più settori, per il bene di tutto il distretto e di
conseguenza della città. Chiunque può essere coinvolto, non è importante quale
tipologia di business propone, perché ogni contributo può fare la differenza” ha spiegato Andrea Crescente per Chorus, già coordinatore Confesercenti per Mestre.

I partner promotori del progetto Chorus sono Crescente Interni, negozio di arredo e design di interni, Il Giralibri, una nuova libreria nata da un anno, l’Antica Drogheria
Caberlotto, uno dei punti di riferimento dell’enogastronomia di Mestre, Holic – studio
di grafica foto e video e Like Agency affermata agenzia di comunicazione ed eventi.

Per info: Progetto Chorus su FB e Instagram 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti a Confesercenti

Info Seac