Energia elettrica: liberalizzazione per le PMi

Energia elettrica: liberalizzazione per le PMi

Dal 1° gennaio 2021 – dopo numerose proroghe – ha avuto inizio  la prima fase della completa liberalizzazione del mercato dell’energia elettrica.

Si tratta di un primo passo che riguarderà, per ora, soltanto le piccole imprese (che hanno tra 10 e 50 dipendenti e/o un fatturato annuo tra i 2 ed i 10 milioni di euro) e le microimprese che abbiano almeno un punto di prelievo con potenza contrattualmente impegnata superiore a 15kW

Il servizio di maggior tutela invece proseguirà per tutte le famiglie e la generalità delle microimprese fino al 2022.

Per accompagnare gradualmente al passaggio le  imprese interessate passeranno automaticamente al cosiddetto Servizio a Tutele Graduali 

Il Servizio consente a tutti gli utenti che ancora non hanno scelto un venditore sul mercato libero di non subire alcun tipo di interruzione della fornitura di energia e vere il tempo necessario a scegliere l’offerta più adatta alle proprie esigenze.

Durante questa prima fase di accompagnamento l’utenza sarà assegnata in modo transitorio all’attuale fornitore della maggiore tutela.

A partire dal 1° luglio 2021, se ancora non si è scelto un venditore sul mercato libero, la fornitura verrà assegnata a regime e il Servizio a tutele graduali sarà erogato da operatori selezionati attraverso gare a livello territoriale.

In ogni caso le aziende riceveranno, da parte del proprio fornitore, un’informativa dettagliata al momento di attivazione del servizio a tutele graduali a regime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti a Confesercenti

Info Seac