Emergenza acqua alta a Venezia: contattate i nostri uffici

Emergenza acqua alta a Venezia: contattate i nostri uffici
La Presidente Confesercenti, unendosi alla richiesta di stato di calamità già avanzata dal Sindaco Luigi Brugnaro e dal Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, invita gli associati che avessero subito danni alle loro attività economiche a contattare gli uffici veneziani per le eventuali segnalazioni,  sottolineando l’importanza di documentare con foto e video l’entità del danno.
Non usa mezzi termini la Presidente Confesercenti Metropolitana di Venezia e Rovigo, Cristina Giussani, all’indomani della marea straordinaria che ha devastato il centro storico di Venezia e che, ancora una volta, mette al cenCristina Giussanitro dell’attenzione nazionale la salvaguardia della città lagunare.

Mentre stamattina contiamo i danni nelle nostre attività commerciali, ancora più gravi degli anni scorsi vista l’eccezionalità della marea, pretendiamo subito risposte sul Mose visto che sono stati già spesi oltre sei miliardi di soldi pubblici, cioè nostri, senza alcuna garanzia sul suo funzionamento. Tra problemi tecnici e giudiziari, in primis il commissariamento nel 2014 del consorzio Venezia Nuova che di fatto ha bloccato il suo completamento, vi è un continuo rinvio all’operatività del Mose senza contare, inoltre, che un simile spreco di denaro pubblico è stato anche sottratto alla manutenzione ordinaria delle opere complementari, che forse avrebbero potuto ridurre la violenza di questa marea. E’ assolutamente ora di avere una risposta chiara e definitiva in merito perchè la città, se si vuole che continui ad essere viva con abitanti e realtà economiche, bisogna tutelarla oggi”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cartellonistica COVID19

Speciale Coronavirus

Iscriviti a Confesercenti

Info Seac