I soggetti che effettuano commercio al dettaglio a partire dal 1° gennaio 2020 devono procedere con la memorizzazione e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri all’Agenzia delle Entrate.
Qualora i predetti soggetti abbiano un volume d’affari superiore a 400 mila euro, l’obbligo è stato
adempiuto dal 1° luglio 2019.
L’Agenzia delle Entrate ha riconosciuto un credito d’imposta per l’acquisto o adattamento dei registratori di
cassa per la memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri. Il credito d’imposta viene riconosciuto unicamente per le spese che sono state sostenute negli anni 2019 e 2020.

Modalità di fruizione del redito d’imposta:
relativamente a ciascun misuratore fiscale il contributo offerto dallo Stato è pari al 50 per cento della spesa
che è stata sostenuta, fino a un massimo:
– di 250 euro in caso di acquisto;
– di 50 euro in caso di adattamento.

Il credito può essere utilizzato:
– unicamente in compensazione (ai sensi dell’art. 17, D.Lgs. n. 241/1997) tramite modello F24(deve essere
presentato tramite i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate).
– a partire dalla prima liquidazione periodica IVA successiva al mese in cui è stata registrata la fattura
relativa all’acquisto o all’adattamento degli strumenti.
È altresì necessario, ai fini della fruizione del credito, che il corrispettivo sia stato pagato con modalità
tracciabile.

E’ inoltre necessario che ogni ditta si munisca per tempo delle credenziali Spid (Sistema pubblico di identità
digitale) per poter accedere ai servizi telematici Entratel e Fisconline o la Carta Nazionale dei Servizi (Cns).
Noi consigliamo di richiedere lo SPID presso le Poste Italiane , in quanto lo rilasciano gratuitamente.
Ribadiamo la necessità di richiedere lo SPID e di registrarsi al sito dell’Agenzia delle Entrate e quindi di
ottenere per tempo le relative credenziali anche al fine di poter gestire e monitorare lo stato dei propri
registratori telematici (attivazione, messa in servizio, manutenzione, mancato funzionamento ecc.).
Considerati i tempi necessari per la consegna dei registratori, per ottenere le credenziali, per far installare
l’apparecchio dal tecnico abilitato e per addestrarsi alle nuove modalità è quindi indispensabile non
attendere l’ultimo momento.