Black Friday: 220 euro di spesa media in Veneto

Black Friday: 220 euro di spesa media in Veneto

Secondo l’indagine realizzata dall’Osservatorio Regionale di Confesercenti, in Veneto i consumatori intervistati spenderanno in media 220 euro in occasione del Black Friday 2021: elettronica, hi-tech ed elettrodomestici trainano gli acquisti  (17%), seguiti dai capi di abbigliamento (15%) e da scarpe ed accessori (13%); il restante si divide tra prodotti di salute e bellezza, articoli per la casa ed altro. Un significativo 37% degli intervistati non farà i regali di Natale in questa occasione, ma li rimanderà più avanti.

Dall’indagine, realizzata con 626 interviste a campione casuale nelle province di Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza, emerge che un terzo dei consumatori intervistati farà sicuramente acquisti durante il Black Friday, un terzo non li farà e un terzo deve ancora decidere. Rispetto invece, alla modalità di acquisto, un 28% ancora non ha ancora deciso, 23,6 % acquisterà sia on-line che nei negozi, il 20% nei soli negozi fisici, il 18,3 % con modalità on line con consegna a domicilio, soltanto l’1,6% ha scelto l’acquisto on line con ritiro in negozio. 

Infine, la motivazione di chi acquista nel cosiddetto “venerdì nero” è la possibilità di fare buoni affari, seguita dalla varietà dell’offerta dei prodotti a prezzi convenienti.

Dopo i numeri da record del 2020, il Black Friday 2021 sarà il vero banco di prova per la solidità della crescita dell’eCommerce, che come è noto, nel 2020 ha segnato una rivoluzione nelle abitudini dei consumatori dovuta ai molteplici lockdown. Bisognerà ora vedere quanti di questi nuovi clienti continueranno a comprare sul web o torneranno alle “vecchie abitudini”-  spiega Cristina GiussaniPresidente Confesercenti Veneto – “Questi appuntamenti commerciali, che dall’on -line si estendono ai negozi fisici e si sono allargati a tutto il mese di novembre, hanno positivamente moltiplicato le modalità e occasioni d’acquisto. Bisogna tuttavia fare attenzione perchè il continuo allargamento dei periodo promozionali potrebbe finire per depotenziarne l’efficacia a discapito di commercianti e consumatori stessi”.

Per Confesercenti Veneto, è innegabile che il canale del commercio on-line rappresenti oggi una quota importante degli acquisti, ma è altrettanto vero che anche il commercio tradizionale ha saputo attrezzarsi con siti di E-commerce e soluzioni digitali in grado di offrire servizi personalizzati. L’importante, anche in questa occasione, è  cercare di contemperare gli interessi di sostenibilità economica con il rispetto dell’ambiente, per cui è sempre consigliabile preferire la consegna in negozio (che evita i viaggi a vuoto) e preferire i negozi di prossimità, quelli di fiducia, che possono essere raggiunti senza ricorrere all’automobile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prevenzione Crisi d’impresa

Iscriviti a Confesercenti