In Gazzetta Ufficiale il Decreto Sostegni – bis

In Gazzetta Ufficiale il Decreto Sostegni – bis

Dopo un percorso accidentato il testo del decreto “sostegni bis” è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, possiamo tuttavia già segnare alcune disposizioni di particolare interesse

�� Contributo a fondo perduto

Viene introdotto un nuovo contributo a fondo perduto a favore dei titolari di partita Iva su tre binari.
Il primo binario è pari al cento per cento del contributo già riconosciuto ai sensi del decreto “sostegni” e verrà corrisposto “in automatico” sul conto corrente già segnalato o sotto forma di credito d’imposta, qualora il richiedente abbia effettuato tale scelta per il precedente contributo.
In alternativa, è previsto un secondo binario che tiene conto del periodo dal 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021 e a cui possono accedere i soggetti il cui fatturato medio mensile sia stato inferiore almeno del 30% rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato del periodo dal 1° aprile 2019 al 31 marzo 2020.
Per i soggetti che hanno già beneficiato del contributo “sostegni”, il nuovo contributo è determinato in misura pari all’importo ottenuto applicando una percentuale, variabile tra il 20 e il 60%, sulla differenza tra l’ammontare medio mensile del fatturato del periodo dal 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021 e l’ammontare medio mensile del fatturato del periodo dal 1° aprile 2019 al 31 marzo 2020.
Per i soggetti che invece non hanno beneficiato del contributo “sostegni”, la percentuale da applicare sulla base imponibile varia tra il 30 e il 90%.
Le imprese che ottengono il contributo sul primo binario potranno comunque richiedere l’eventuale maggior valore determinato dalla seconda alternativa.
Se emerge superiore quello spettante ai sensi della prima alternativa verrà erogata la differenza, in caso contrario non si darà seguito all’istanza.
Il terzo binario tiene conto del peggioramento del risultato economico e potra dare origine ad un ulteriore integrazione con modalità e importi che saranno successivamente definiti con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze
�� Credito d’imposta per i canoni di locazione e di affitto d’azienda
Viene rinnovato, per 5 mesi, da gennaio a maggio, il credito d'imposta per i canoni di locazione degli
immobili ad uso non abitativo e gli affitti d’azienda, per le imprese che hanno registrato perdite del 30% nei
confronti tra 1° aprile 2020-30 marzo 2021 e lo stesso periodo 2019-2020.
Il credito d’imposta per i canoni di locazione e di affitto d’azienda relativi alle imprese turistico ricettive, già
previsto per i mesi da marzo 2020 ad aprile 2021, è prorogato sino al 31 luglio 2021.

�� Fondo per i centri storici delle città d’arte

E’ istituito un fondo, con una dotazione di 50 milioni di euro, da destinare ad iniziative di valorizzazione turistica dei centri storici e delle città d’arte, nei cui territori sono ubicati siti riconosciuti dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità, tenendo conto delle riduzioni di presenze turistiche nell’anno 2020 rispetto al 2019.

�� Fondo per le imprese turistiche

Viene incrementato di 150 milioni di euro il fondo destinato a sostenere le imprese turistico-ricettive, le agenzie di viaggio e i tour operator, le guide e gli accompagnatori turistici e le imprese di trasporto turistico in aree urbane. Si estende inoltre la possibilità di utilizzo del bonus vacanze a agenzie di viaggio e tour operator.

�� Sostegni per le attività economiche chiuse

Vengono stanziati 100 milioni di euro per il sostegno alle attività economiche chiuse. La misura riguarda le attività per cui sia stata disposta la chiusura fra il 1° gennaio 2021 e la data di conversione del decreto, per almeno quattro mesi.

�� Bollette elettriche

Le misure volte alla riduzione degli oneri delle bollette elettriche per le micro e piccole imprese sono prorogate sino al 31 luglio 2021

�� TARI – Tariffa Rifiuti

Istituito, un fondo con una dotazione di 600 milioni di euro per l’anno 2021, finalizzato alla concessione da parte dei comuni di una riduzione della Tari.

� Bonus alberghi

Il credito d’imposta per la riqualificazione delle strutture ricettive potrà essere riconosciuto
anche per gli investimenti effettuati nell’anno 2022.

�� Blocco cartelle esattoriali

Prorogato per altri due mesi lo stop per le cartelle esattoriali, la riscossione potrà ripartire dal 1° luglio.

�� Proroga moratoria

Prorogata dal 30 giugno 2021 al 31 dicembre 2021 la moratoria relativa alle scadenze di mutui, prestiti e finanziamenti. Si evidenzia tuttavia che la proroga riguarda solo la quota di capitale e non gli interessi e che, per usufruirne, occorrerà – entro il 15 giugno – inviare una comunicazione al soggetto che ha erogato il credito.

�� Modifiche al credito d’imposta per beni strumentali nuovi

Il credito d’imposta a favore dalle imprese, che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi, è utilizzabile in compensazione in un'unica quota annuale, anziché in tre quote annuali di pari importo.

�� Esonero contributivo

Per i datori di lavoro dei settori del turismo e degli stabilimenti termali e del commercio è previsto l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a loro carico, fruibile entro il 31 dicembre 2021, nel limite del doppio delle ore di integrazione salariale già fruite nei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2021, con esclusione dei premi e dei contributi INAIL. La misura è subordinata all’autorizzazione della Commissione europea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti a Confesercenti

Info Seac