Decreto rilancio: contributo a fondo perduto

Decreto rilancio: contributo a fondo perduto

Nella notte tra il 18 e 19 maggio il Presidente della Repubblica ha firmato il Decreto Rilancio che così, dopo l’approvazione in Consiglio dei Ministri e la bollinatura della Ragioneria dello Stato è stato finalmente pubblicato in Gazzetta Ufficiale ed entra immediatamente in vigore.

Tra le norme del decreto ci sono la proroga di ammortizzatori sociali con altre 9 settimane di cassa integrazione, aiuti a fondo perduto per le piccole aziende, il bonus per le partite Iva, lo stop alla prima rata dell’Irap per tutte le imprese fino a 250 milioni di fatturato, il reddito di emergenza, l’ecobonus al 110 per cento ed una vastissima serie di altre misure elencate in 266 articoli.

Data la vastità delle novità annunciate abbiamo deciso di approfondire le misure più importanti in singoli articoli che pubblicheremo qui nel sito internet.

Decreto Rilancio: contributo a fondo perduto

Arriva col Decreto Rilancio l’atteso contributo a fondo perduto. A beneficiare del contributo saranno imprese e professionisti – con ricavi o compensi non superiori a 5 milioni di euro –  a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 sia inferiore di almeno 1/3 rispetto all’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019;

Ai soggetti che hanno iniziato l’attività a partire dal 1° gennaio 2019 il contributo spetta anche in assenza dei requisiti relativi alla riduzione di fatturato.

L’ammontare del  contributo verrà determinato applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 e l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019, secondo il seguente schema:

20% per i soggetti con ricavi o compensi non superiori a 400.000 euro nel periodo d’imposta 2019;

15% per i soggetti con ricavi o compensi superiori a 400.000 euro e fino a 1 milione di euro nel periodo d’imposta 2019;

10% per i soggetti con ricavi o compensi superiori a 1 milione di euro e fino a 5 milioni di euro nel periodo d’imposta 2019.

L’indennizzo ha un importo minimo e sarà in ogni caso pari  a 1.000 euro per le persone fisiche e a 2.000 euro per i soggetti diversi dalle persone fisiche.

Gli indennizzi non saranno cumulabili con il bonus da 600 euro, nel caso dei professionisti e co.co.co, che continueranno però a beneficiare di quest’ultima misura, aumentata, per il mese di maggio, a 1.000 euro.
La cumulabilitá é invece consentita a commercianti e artigiani che hanno giá usufruito del bonus 600 euro e che, in automatico, otterranno la medesima cifra per il mese di aprile.
Commercianti e artigiani sono tuttavia esclusi dal bonus per il mese di maggio.

Vediamo, le possibilità di cumulo ed i divieti per imprese e lavoratori autonomi stando a quanto previsto dal D.L. Rilancio.

 Esempio di calcolo del contributo

Un’impresa con ricavi del 2019 pari a 600.000 euro e ricavi nel mese di aprile 2019 pari a 60.000 euro e un fatturato di aprile 2020 pari a 15.000 euro (quindi con una perdita superiore a 1/3) avrà diritto ad un contributo pari al 15%  della perdita. ovvero 6750

 Al fine di ottenere il contributo a fondo perduto bisognerà presentare in via telematica un istanza all’Agenzia delle Entrate (con modalità ancora da definire).

Dalla data fissata dall’Agenzia delle Entrate verranno concessi 60 giorni per poter inviare domanda.

Il contributo sarà corrisposto mediante accreditamento diretto in conto corrente bancario o postale e, per accelerare i tempi, l’attività di verifica dei requisiti partirà solo dopo l’erogazione.

Attenzione perché l’importo erogato indebitamente sarà totalmente recuperato, maggiorato di sanzioni dal 100 al 200% oltre interessi e  ad eventuali “furbetti” si applicherà l’articolo 316-ter del codice penale relativo ad indebita percezione e truffa ai danni dello Stato.

Si attendono comunque maggiori dettagli con la pubblicazione del testo definitivo del decreto in Gazzetta Ufficiale.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cartellonistica COVID19

Speciale Coronavirus

Iscriviti a Confesercenti

Info Seac