Il Veneto entra nella fascia di rischio più bassa per il contagio

Il Veneto entra nella fascia di rischio più bassa per il contagio

Il Veneto entra da lunedì 7 giugno in zona bianca, quella di rischio più basso per il contagio Covid, e riassapora il ritorno alla quasi normalità, con tutte le attività economiche aperte (tranne le discoteche) e bar e ristoranti senza limiti per il servizio al chiuso, ad eccezione dei 6 posti al tavolo. Il Presidente della Giunta regionale ha firmato l’ordinanza del n. 83 del 5 giugno 2021 che regola le nuove disposizioni.

Ristorazione al chiuso

Fino al 21 giugno 2021, in zona bianca il consumo al tavolo negli spazi al chiuso è consentito per le attività dei servizi di ristorazione per un massimo di sei persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi. Al fine del contenimento dei focolai e del mantenimento delle condizioni di basso rischio sono rafforzate le misure di sanità pubblica previste, incluse quelle di contact tracing.

Riaprono

 parchi tematici e di divertimento, anche temporanei (attività di spettacolo
viaggiante, parchi avventura e centri d’intrattenimento per famiglie);

– piscine e centri natatori in impianti coperti;

 centri benessere e termalifeste private anche conseguenti alle cerimonie civili e/o religiose all’aperto e al chiuso;

– fiere (comprese sagre e fiere locali), grandi manifestazioni fieristiche, congressi e convegni; – eventi sportivi aperti al pubblico;

– sale giochi e scommesse, sale bingo e casinò;

– centri culturali, centri sociali e centri ricreativi;

– corsi di formazione.

 

Resta l’obbligo dell’utilizzo della mascherina e del distanziamento sociale.

Testo ordinanza del 5 giugno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti a Confesercenti

Info Seac