Novità per il commercio dal 4 maggio

Novità per il commercio dal 4 maggio

La nuova ordinanza regionale del 4 maggio (scarica qui) introduce alcune importanti novità per il commercio.

Vendita di cibo da asporto – sparisce l’obbligo di prenotazione

Viene consentito l’accesso ai locali di qualsiasi attività, comprese quelle sospese, per lo svolgimento di lavori di vigilanza, manutenzione, pulizia e sanificazione, nonché la ricezione in magazzino di beni e forniture.

Nei mercati, e nelle altre forme di commercio senza posto fisso, sono ammessi anche vestiti e scarpe per bambini, libri, cartoleria e piante e fiori, se svolti in conformità a piani adottati dal sindaco

Nei pubblici esercizi, chiusi al pubblico, è possibile svolgere, previo comunicazione al Comune, l’attività di mensa per una o più imprese (con apposito contratto) nel rispetto delle seguenti prescrizioni:

  1. sono ammessi solo i lavoratori nominativamente indicati dal rispettivo datore di lavoro e nel rispetto dell’orario predeterminato, suddiviso in turni.
  2. Deve essere rispettato il distanziamento di almeno m. 1 e le norme igienico sanitarie.
  3. In caso di presenza di addetti di più imprese, deve essere garantito l’uso di sale separate tra addetti di imprese distinte.
  4. Tra un turno e il successivo devono essere effettuate arieggiatura e sanificazione dei locali, in particolare per quanto riguarda i bagni, senza permanenza di persone in attesa  all’interno o all’esterno del locale.
  5. Il personale di sala deve utilizzare la mascherina e cambiare i guanti tra i turni.
  6. Se possibile, entrata e uscita devono essere separate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cartellonistica COVID19

Speciale Coronavirus

Iscriviti a Confesercenti

Info Seac